NUOVI ANTIBIOTICI

Nuovi antibiotici

Fin dalla loro introduzione negli anni Quaranta, gli antibiotici hanno svolto un ruolo centrale nell’assistenza sanitaria e il loro uso è andato progressivamente crescendo; oltre ad assicurare il trattamento di una vasta gamma di malattie infettive, sono indispensabili per garantire la sicurezza del paziente durante gli interventi chirurgici. Tuttavia negli ultimi decenni si è riaccesa la sfida contro le infezioni batteriche, in quanto un numero sempre maggiore di batteri ha sviluppato meccanismi di resistenza agli antibiotici di uso clinico. Le cifre ufficiali indicano che l’antibiotico resistenza è responsabile di circa 25 000 decessi all’anno nell’UE e costa 1,5 miliardi di euro in spese sanitarie e perdite di produttività.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato l’antibiotico-resistenza un problema sanitario di portata mondiale e ha più volte ribadito la necessità di investire nella ricerca e nello sviluppo in questo settore.

FIIRV è in prima linea in questa nuova lotta, applicando e sviluppando la tecnologia e il know-how generati nel centro di ricerca inizialmente con Lepetit poi Biosearch Italia.

Dopo due decenni di interesse marginale da parte delle aziende farmaceutiche, le sostanze naturali sono tornate ad essere una fonte preziosa per la scoperta di nuovi farmaci. Dati molecolari applicati ai campioni ambientali indicano che solo una frazione minima (1% o meno) della diversità microbica sia stata finora isolata e coltivata in laboratorio: esiste quindi un potenziale metabolico, che finora non è stato analizzato e sfruttato, che potrebbe fornire nuovi prodotti di interesse farmaceutico.

Uno degli obiettivi di FIIRV è quello di cercare nuovi antibiotici attivi contro patogeni Gram negativi multiresistenti negli estratti di origine microbica della sua collezione.